Il Tirreno

Toscana

A tavola con noi
Conosco un posticino

Andar per Forassiepi: da Antonio e Piera la sosta è ghiotta

di Claudio Mollo

	Antonio e Piera i padroni di casa del Forassiepi
Antonio e Piera i padroni di casa del Forassiepi

Un ambiente unico, posto sul crinale della dorsale che separa la Valdinievole dalla Piana di Lucca

03 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Quando senti dire "Forassiepi", almeno in Toscana, il pensiero va solo in una direzione, pensi subito a un bellissimo borgo lucchese, quello di Montecarlo, in posizione dominante sulle valli e sulle piane sottostanti, un posto, tra l’altro, profumato di vino, vista la sua storica Doc Montecarlo e pensando ad un buon ristorante dove andare rigenerare il palato, ti vengono subito in mente Antonio e Piera, coppia più che nota, della ristorazione lucchese che hanno fatto del loro lavoro un eccellenza indiscussa. Antonio Pirozzi, ha iniziato la sua carriera da giovanissimo, formandosi in ristoranti ed alberghi di rilievo della Lucchesia e Valdinievole. Curioso e intraprendente ha subito iniziato a guardare oltre i confini e questa voglia di crescere l’ha portato a realizzare significative esperienze anche fuori dall’Italia, soprattutto in Francia.

Nel 1998, poi, deciso a costruire qualcosa di bello e personale, vicino casa, getta le basi di quello che sarà il suo futuro, creando il suo primo locale, la Locanda di Pierantonio, ai piedi del borgo lucchese, nella quale, fin dagli inizi, matura riscontri professionali di notevole livello e dopo altri 6 anni, decide di coronare il suo sogno giovanile, trasferendosi in quello che considera il suo paese d’adozione, Montecarlo di Lucca, rilevando e rinnovando lo splendore dell’Antico ristorante Forassiepi, più comunemente chiamato dagli amici, "da Pierantonio", in una simpatica fusione tra il suo nome e quello della moglie Piera.

In cucina, Antonio, fa capire, con piacevoli tocchi di creatività, il suo amore per la tradizione, con particolare attenzione ai prodotti del territorio circostante e dell’intera lucchesia, vera miniera a cielo aperto di eccellenze agroalimentari. Produce personalmente il pane e la pasticceria ai quali dedica grandi attenzioni. Originario della Campania, vive la cucina di mare con grande passione, facendo di questo aspetto un baluardo della sua pro-posta gastronomica, che tutti conoscono e apprezzano. Da Forassiepi si va per mangiare tanto buon pesce, crostacei e tanto altro, tutto sempre lavorato ad arte. In autunno, il pesce lascia un po’ di spazio anche a ghiotte proposte di carne, cacciagione e funghi, della Garfagnana, naturalmente.Nella sua filosofia primeggia semplicità e sapore, due elementi con i quali riesce a conquistare sempre i palati dei tanti affezionati e dei nuovi clienti che riescono ad andare a mangiare da Forassiepi con non poca fatica, se non si prenota con buon anticipo.

La cucina, a vista e rivela un grande lavoro di squadra con oltre 10 collaboratori presenti in alta stagione. La sala, seguita e coordinata da Piera, è altrettanto ben fornita di personale, con tanto di sommelier, pronto a consigliare etichette più o meno pregiate, da una carta dei vini di notevole spessore.

Un ambiente unico, posto sul crinale della dorsale che separa la Valdinievole dalla Piana di Lucca e se l’interno, con una cinquantina di coperti disposti comodamente, ha un suo particolare fascino, con arredi caldi e un eleganza sapientemente dosata, nella buona stagione, un ampio dehors esterno, attrezzato per ospitare fino a un centinaio di persone, incanta gli ospiti, con panorami suggestivi, soprattutto al tramonto, disseminati di vigneti e oliveti, che annunciano sulla tavola, la presenza dei pregiati extravergini lucchesi e come già accennato, una notevole varierà di vini della Doc Montecarlo, fiore all’occhiello delle produzioni paesane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina