Il Tirreno

Turismo

Dal Tornese a una nuova sfida, ecco il Zì Maria dei D’Andrea: l’edificio e gli obiettivi

Dal Tornese a una nuova sfida, ecco il Zì Maria dei D’Andrea: l’edificio e gli obiettivi

La struttura di Marina di Cecina apre i battenti il primo aprile

21 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





CECINA. Una vita trascorsa nei corridoi dell’Hotel Tornese che la sua famiglia ha gestito per 50 anni. «In effetti siamo stati “allevati” lì dentro». Adesso Niccolò d’Andrea, insieme alla moglie Federica Ciuffetelli, lancia l’apertura di una nuova struttura ricettiva a Marina di Cecina, affacciata sul viale della Vittoria.

Si chiamerà Zì Maria, «perché quell’immobile a suo tempo l’ho acquistato da una zia mia madre, di origini napoletane, e noi la chiamavamo così».

I lavori di ristrutturazione sono partiti dall’esterno, e sono stati ultimati. «Adesso ci stiamo occupando delle camere, una per volta, perché nel frattempo non abbiamo mai smesso di avere ospiti: abbiamo lavorato costantemente e mano a mano che finiamo la ristrutturazione e l’allestimento di una camera libera, passiamo alla successiva». Finora chiamata Miramare Suites, la struttura rinnovata aprirà ufficialmente i battenti come Zì Maria a partire dal primo di aprile, con una nuova filosofia. «Sono nove camere, ampie, di 45 metri quadrati, tipo superior, tutte dotate di angolo cottura. L’idea è quella di offrire un nuovo modello di ospitalità, di ispirazione francese però riportata al modello toscano. Gli ospiti dovranno sentirsi come a casa, ma con tutti i comfort e una persona, Federica, a fare da hosting».

La struttura sarà aperta tutto l’anno. Cambierà inevitabilmente il target a cui si rivolge. «Confermiamo l’esperienza del Miramare Suites per quanto riguarda l’inverno. Restare aperti tutto l’anno è possibile se nella bassa stagione ci si rivolge al settore del business: persone che vengono a Cecina per lavoro e hanno bisogno di fermarsi qualche giorno. E spesso capita che siano anche soggiorni più lunghi, una o due settimane». D’estate il lavoro è diverso. «Se con il Miramare ci rivolgevamo perlopiù a famiglie, adesso il target di Zì Maria saranno coppie, magari con coppie con bambino, che cercano un certo livello di comfort e di cura dei dettagli».

Ospitalità declinata nel modello toscano perché l’obiettivo è offrire non solo il soggiorno ma anche esperienze, tour enogastronomici, degustazioni. Proposte legate anche al Separè 1968, il ristorante wine bar che D’Andrea ha rilevato e rinnovato e anche questo aperto tutto l’anno, e che sarà la proposta per pranzo e cena. La nuova gestione dell’Hotel Tornese, quella della società grossetana Gestal, e che punta a riaprire entro il 30 maggio non sarà quindi l’unica novità dell’estate. Anche in questo caso si punta ad un’apertura 365 giorni l’anno, che ha sempre caratterizzato il Tornese, con la doppia valenza del business hotel fuori stagione e quella della vacanza estiva.

Fervono intanto i lavori anche alla struttura che fino al 2022 ha ospitato L’Imperfetto, sempre sul viale della Vittoria, e che per anni è stato un punto di riferimento della movida marinese.

La proprietà infatti aveva annunciato che ci sarebbe stata un’estate di pausa, per poi procedere ai lavori di ristrutturazione e ampliamento e alla riapertura con una nuova gestione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Vespa World Days
L’ospite

Vespa World Days, Marco Lambri ospite nella redazione del Tirreno: «Ecco come mi immagino la Vespa del 2050» – Video