Il Tirreno

Versilia

Cerca lavoro: le offerte in Toscana
Versilia

Il Twiga assume venti persone in vista della stagione estiva

di Luca Basile
La spiaggia del Twiga
La spiaggia del Twiga

Cerca baristi, camerieri e magazzinieri per il ristorante e la spiaggia

14 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PIETRASANTA. Sono una ventina le figure professionali che il Twiga, il locale di Flavio Briatore, sta cercando per la prossima stagione estiva. Venti assunzioni (la selezione è in corso) che andranno a integrare un organico che a pieno regime può contare su circa 130 dipendenti.

«Stiamo cercando baristi, camerieri di sala e magazzinieri, al momento: la stragrande maggioranza dei nostri dipendenti viene infatti confermata di anno in anno. A riprova della stima e della fiducia che caratterizza i nostri rapporti» le parole di Mario Cambiaggio, amministratore delegato della società Twiga che, nel contesto, lancia una frecciata invelenita al reddito di cittadinanza.

«Non ne faccio una questione politica, sia chiaro, ma mi attengo ai fatti: fino a quando è rimasto in vigore il reddito cittadinanza così come era stato inizialmente configurato, era molto complicato trovare del personale disponibile a siglare contratti stagionali. Da qualche tempo a questa parte non è così: evidentemente le situazioni sono cambiate. Il numero delle persone interessate a un impiego è cresciuto. Premesso questo, chi ha intenzione di presentare il proprio curriculum lo può inviare all’indirizzo di posta elettronica amministrazione@twigabeacclub.com e recruiting@fortedeimarmi.com».

Stagione che, sempre dalle parti del Twiga, inteso come discoteca e ristorante, inaugurerà il prossimo 29 marzo.

Quindi in discreto anticipo rispetto alle precedenti stagioni, complice, ovviamente, le festività pasquali

«Inizialmente resteremo aperti – prosegue Cambiaggio – con la discoteca e il ristorate nei fine-settimana. La programmazione è già stata definita. A partire dal mese di giugno, invece, saremo aperti tutti i giorni. Per quanto riguarda lo stabilimento balneare cercheremo di metterla a disposizione della nostra clientela entro la fine del mese di aprile. Nel frattempo ci stiamo limitando ai vari interventi di manutenzione ordinaria: non sono infatti previsti interventi significativi in questa fase».

Anche perché sullo sfondo resta più che mai attuale una questione, quella delle aste delle spiagge, in agenda il prossimo anno, che coinvolge tutte le concessioni, Twiga incluso.

«Certo, ne siamo consapevoli, ma in tutta sincerità – il pensiero di Cambiaggio – non è un tema che in questo periodo ci crea una particolare apprensione. Anzi, direi che siamo piuttosto tranquilli, poi, quando sarà il momento, faremo, come gli altri, le opportune valutazioni. Vorrei ricordare, per altro, che il Twiga in questi ultimi anni ha fatto investimenti molto importanti per valorizzare stabilimento e locale e quindi non vedo particolari criticità nel caso di via libera alle aste. Non penso che saremo penalizzati».

«Il problema – prosegue Cambiaggio – è che intorno a questo tema non c’è moltissima chiarezza, siamo sempre in attesa di saperne di più. Forse non è mai stato affrontato nel modo in cui un po’ tutti ci saremmo aspettati, ma e mi ripeto, inutile stare a fare discussioni in questa fase: aspettiamo e vediamo quali decisioni, definitive, verranno prese. E poi ci muoveremo di conseguenza. Come faranno gli altri concessionari».


 

Vespa World Days
L’ospite

Vespa World Days, Marco Lambri ospite nella redazione del Tirreno: «Ecco come mi immagino la Vespa del 2050» – Video