Il Tirreno

Pisa

Frizioni dopo le comunali

Tra ironia, sarcasmo e delusione l’amarezza degli ex assessori leghisti

Nella  foto la nuova immagine del profilo Facebook di Pierpaolo Magnani e, a destra, Veronica Poli
Nella foto la nuova immagine del profilo Facebook di Pierpaolo Magnani e, a destra, Veronica Poli

Veronica Poli e Pierpaolo Magnani fuori dalla giunta: polemiche sui social

10 giugno 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PISA.  L’elenco degli scontenti, a dir poco, lo guida la Lega. Tra ironia, sarcasmo e critiche nemmeno troppo velate, gli ex assessori Veronica Poli e Pierpaolo Magnani affidano ai social tutta la loro delusione. Veronica Poli fino all’ultimo ha sperato e creduto di essere confermata nella nuova giunta di Michele Conti.

Invece niente da fare, ha prevalso Giovanna Bonanno. In effetti sempre più accreditata dalle ultime indiscrezioni, nonostante Poli fosse stata la più votata del Carroccio (313 preferenze) dopo il capolista Edoardo Ziello.

Sul suo profilo Facebook tanti messaggi di solidarietà per l’esclusione. «Non avrà curriculum di lustro o super lauree blasonate – si legge in uno dei post – ma sapeva degnamente stare vicino alle persone bisognose affrontando e mettendoci la faccia: sfratti, aiuto-case, richieste di alloggi popolari pubblici. Meritava di stare nella giunta e invece le logiche politiche hanno sempre la meglio».

Sul suo profilo l’ex assessora al sociale ha condiviso una foto del sindaco Conti con la scritta: “Lo so, erano ben 313 voti... Ma io so io e voi non siete un...”, celebre frase del film “Il marchese del Grillo”. Un attacco a Conti. Ma anche dentro la Lega, evidentemente, non tutti erano dalla sua parte. O erano, sono, di più dalla parte di Giovanna Bonanno.

Nessuna elezione in consiglio per Pierpaolo Magnani, che ci aveva provato lanciando una sua lista, Pisa Punto Zero, a fianco di Conti. L’ex assessore alla cultura ha cambiato ieri la sua immagine del profilo. Dove si vede un omino stilizzato che volta pagina. E sotto un’immagine elettorale di Conti (dopo poche ore sostituita con una della Luminara). Improbabile che Magnani possa essere scelto per guidare la nuova partecipata dedicata a eventi, cultura e spettacoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Meteo

Cielo giallo (e gran caldo) in Toscana: quanto durerà il fenomeno che arriva dal Sahara

di Tommaso Silvi