Il Tirreno

Pistoia

L’iniziativa

Il Comune di Pistoia a caccia di “location” per celebrare matrimoni e unioni

Il Comune di Pistoia a caccia di “location” per celebrare matrimoni e unioni

L’assessore Sabella: «Servirà anche a favorire il settore del wedding tourism»

06 giugno 2023
2 MINUTI DI LETTURA





PISTOIA. Dimore storiche, parchi, ville con parchi panoramici: anche a Pistoia sarà possibile sposarsi nei luoghi più belli e suggestivi del territorio comunale. Dando, al contempo, impulso al cosiddetto “wedding tourism”.

È stato pubblicato sul sito del Comune un avviso per acquisire manifestazioni d’interesse da parte di quei privati cittadini che dispongono di strutture e spazi di interesse storico-artistico, culturale paesaggistico e che intendono metterle a disposizione per ospitare matrimoni e unioni civili. Sul territorio comunale verranno, così, individuate nuove e scenografiche location in cui poter celebrare il rito nuziale e lasciare agli sposi un ricordo indimenticabile della giornata.

«La pubblicazione di questo avviso – sottolinea Alessandro Sabella, assessore ai Servizi demografici – permetterà di valorizzare e rendere fruibili tanti immobili storici e dal grande valore artistico, naturalistico e paesaggistico che si trovano nel nostro comune, di mettere a disposizione degli sposi nuovi spazi per celebrare il loro giorno più bello, ma anche di ampliare il settore del wedding tourism, andando ad accogliere nuovi investitori e mettendo maggiormente in risalto le capacità ricettive e di ospitalità di questo territorio».

Al momento, le sedi a disposizione per celebrare matrimoni e unioni civili sono la Sala Maggiore e la Sala Gonfalone del palazzo comunale, l’ufficio di Stato civile in via Santa, l’ex Convento di Giaccherino e il Villone Puccini (ora non disponibile per lavori in corso).

L’avviso con la modulistica è consultabile sul sito del Comune di Pistoia (www.comune.pistoia.it), sull’Albo pretorio online.

I cittadini che dispongono degli spazi indicati possono presentare la propria manifestazione di interesse entro le 12 di venerdì 30 giugno. La consegna della domanda può avvenire tramite Pec all’indirizzo comune.pistoia@postacert.toscana.it; con consegna a mano al protocollo generale del Comune, in via Filippo Pacini 23, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì anche dalle 14,30 alle 16,30; o tramite il normale servizio postale.

Per informazioni è possibile scrivere all’indirizzo e-mail: servizidemografici@comune.pistoia.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


 

Primo piano
Turismo

Traghetti, è massima allerta all’Elba per la domenica dello sciopero. Anche a Piombino piano d'emergenza

di Gabriele Buffoni