Il Tirreno

Livorno

Cerca lavoro: le offerte in Toscana
Lavoro

Assunzioni in Corsica Ferries: cento posti sulle navi livornesi. «Esperienza unica, mettetevi in gioco»

di Stefano Taglione
Assunzioni in Corsica Ferries: cento posti sulle navi livornesi. «Esperienza unica, mettetevi in gioco»

Ufficiali, cuochi e medici: i profili richiesti e come partecipare

20 gennaio 2023
5 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Cento posti di lavoro solo sulle navi che partono da Livorno. Cinquecento considerando tutte le altre tratte marittime. Corsica Sardinia Ferries assume: la compagnia delle “navi gialle”, infatti, cerca ufficiali e sottufficiali di macchina e di coperta, personale addetto alle cabine, cassieri, baristi, camerieri, cuochi e personale di cucina in generale, receptionist e hostess, oltre a una decina di medici di bordo. «I candidati – spiega la società, che collega il nostro porto con la Corsica e Golfo Aranci e anche l’Elba a Piombino, dove pure si cercano diverse decine di persone – devono essere in possesso del libretto di navigazione e dei corsi “Stcw”. Per gli addetti a sala e bar, inoltre, si richiedono anche la conoscenza della lingua francese e, preferibilmente, un diploma a indirizzo alberghiero. Per la posizione di receptionist e hostess un’ottima conoscenza del francese. Generalmente le assunzioni avvengono mediante contratti di lavoro a tempo determinato, per lo più di durata da 70 a 90 giorni, oppure per un mese, eventualmente prorogabile».

Come partecipare

Dei 500 posti in palio sulle 13 navi una cinquantina sono riservati a ufficiali e sottufficiali di macchina e di coperta, una decina ai medici di bordo e il resto alle altre posizioni. Fatte le dovuto proporzioni, quindi, su Livorno le ricerche includono 2-3 sanitari, una decina fra ufficiali e sottufficiali e quasi 80 persone da dedicare ai servizi di accoglienza e ristorazione. «Gli interessati possono candidarsi inviando il curriculum tramite il sito www.corsica-ferries.it, alla rubrica “Lavora con noi” su www.corsica-ferries.it/lavoro», rimarca la compagnia leader di mercato nel trasporto fra Italia e Corsica. Per i ruoli non specificamente marittimi, quelli riservati all’accoglienza e alla cucina, la società ha in atto fra l’altro il progetto “Nave scuola”, ai quali tutti gli interessati potranno aderire. In pratica i giovani aspiranti lavoratori potranno trascorrere un periodo di una settimana (per la cucina) e di 15 giorni (per i camerieri) a bordo e, affiancati da un tutor, svolgere le mansioni per i quali si candidano e al contempo capire se veramente quel mestiere fa per loro. Un progetto che parte due volte al mese, naturalmente anche da Livorno: per partecipare bisogna seguire lo stesso iter previsto per mandare i curriculum, sarà poi l’azienda a richiamare il candidato convocandolo in porto. «Finora circa 600 persone – spiega Giorgio Campolongo, amministratore delegato di Prime Consulting, la società che si occupa delle selezioni – hanno scelto questo percorso, che pur non essendo obbligatorio è molto incentivato dall’azienda. Ai giovani dico di farsi avanti, che questo è il momento opportuno, visto che le selezioni stanno iniziando adesso».

Periodo di lavoro

Orientativamente le assunzioni partiranno dalla settimana di Pasqua e i contratti di lavori più lunghi, generalmente, scadono a fine settembre. Il maggior picco lavorativo, naturalmente, si ha nella stagione estiva, a luglio e agosto, quando gli spostamenti si fanno più frequenti e le persone partono per andare in vacanza. «Sui traghetti, naturalmente – spiega Campolongo – c’è una turnazione di lavoro-riposo. In questo momento, come tutte le compagnie marittime, anche noi facciamo molta fatica a trovare le professionalità richieste. È chiaro che non è semplice trovare persone con il libretto di navigazione, ma partendo ora si può sicuramente iniziare a sostenere gli adempimenti richiesti dalle autorità e avere tutti i documenti in regola per iniziare il percorso “Nave scuola” ed essere poi, eventualmente, assunti in Corsica Sardinia Ferries».

Anche Costa Crociere

La compagnia italo-francese non è per fortuna l’unica ad assumere su Livorno: anche Costa Crociere sta cercando personale. In particolare 15 fotografi di bordo, 15 animatori turistici, 15 addetti alla sorveglianza dei bambini, 15 deejay, 15 operatori tv e 30 aiuti-cuoco di bordo. Il centro provinciale per l’impiego organizza vari “Open day” per formalizzare il proprio curriculum e candidarsi alle offerte: a Livorno e Piombino il 26 gennaio dalle 9 alle 13, a Portoferraio lo stesso giorno online a questo link, mentre a Cecina e Rosignano si è tenuto nei giorni scorsi in presenza.

«Esperienza unica, mettetevi in gioco» Parla il selezionatore Giorgio Campolongo: «C’è difficoltà a trovare il personale» 

«Mettetevi in gioco per vivere un’esperienza unica»

A parlare è l’amministratore delegato di Prime Consulting, Giorgio Campolongo, la società che per conto di Corsica Sardinia Ferries selezionerà 500 persone (cento solo sulle navi livornesi) da assumere per l’estate a bordo dei traghetti della compagnia italo-francese. I contratti, quelli stagionali, sono naturalmente tutti a tempo determinato, anche se è chiaro che poi, per una parte dei dipendenti, poi in futuro potrà anche esserci la possibilità di una stabilizzazione. «Da anni la compagnia è impegnata per la ricerca del personale nel periodo estivo – spiega il manager – e chi viene assunto deve possedere comunque il libretto di navigazione e aver svolto i corsi sulla sicurezza. Questo aspetto è molto particolare e delicato, perché in realtà chi si avvicina al mondo marittimo dispone generalmente di questi requisiti. Stiamo quindi cercando, in ogni modo e in ogni forma, di agire nei confronti del ministero affinché si trovi una soluzione a questo aspetto, perché le figure ricercate, come in tutti i settori legati al turismo, svolgono la prestazione non per la vita, ma per un periodo medio-breve e quindi sostenere dei costi per pochi mesi di lavoro diventa molto complicato, visto che c’è bisogno di un investimento intorno ai mille euro». Per questo la compagnia apre le navi agli aspiranti lavoratori col progetto “Nave scuola”, in modo che chi si appresta a intraprendere questo percorso già possa avere un’idea sul lavoro da fare. «Per un ragazzo che ha appena ultimato un corso scolastico e vuole iniziare a lavorare – conclude Campolongo – questo è il momento giusto». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
L’inchiesta

Crollo all’Esselunga di Firenze, gli investigatori si concentrano sul “dente” della trave: cos’è e perché potrebbe aver ceduto – Video

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative