Il Tirreno

Sport

Dietro all’alieno c’è la Mercedes Leclerc duro: siamo inconsistenti

Dietro all’alieno c’è la Mercedes Leclerc duro: siamo inconsistenti

Il monegasco a gamba tesa: faccio una fatica incredibile. Wolff: strani i risultati del Cavallino, non so cosa accada»

05 giugno 2023
2 MINUTI DI LETTURA





BARCELLONA. «C'è ancora molto da lavorare. Facciamo una fatica incredibile. Siamo inconsistenti, anche con lo stesso tipo di gomme come successo con le hard. La gara di oggi, con queste condizioni, è stata davvero difficile. Dovremmo sfruttare ancora meglio molti aspetti di questi aggiornamenti». Parole dure e amare quelle Charles Leclerc, pilota della Ferrari, dopo l'undicesimo posto ottenuto al Gp di Spagna. «Essere fuori dai punti è certamente una delusione. Sono sicuro che anche per Sainz sia stata una gara non semplice. Ci portiamo dietro dei problemi da tanto tempo, e risulta complicato capire il motivo di questa situazione», ha aggiunto.

«La macchina è finalmente competitiva, ma dobbiamo restare umili perché il gap dalla Red Bull di Verstappen è ancora ampio». Queste le parole del team principal della Mercedes, Toto Wolff, intervenuto ai microfoni di Sky sport nel post gara del Gran premio di Spagna, conclusosi con il secondo e terzo posto di Lewis Hamilton e George Russell.

«Finalmente abbiamo avuto una macchina competitiva, ma restiamo con i piedi per terra perché ci manca ancora un buon margine su Verstappen – ha aggiunto Wolff –. Abbiamo preso tante decisioni coraggiose che stanno funzionando bene. Anche in momenti difficili Hamilton ha sempre sostenuto la squadra, mantenendo uno spirito positivo. Russell? È stato più veloce di Perez, forse anche per la strategia, con le gomme che non si sono usurate e ci hanno permesso uno stino più lungo. Strano invece il risultato della Ferrari, in molti si chiedono cosa succeda al team rosso. Quello di oggi è il primo risultato importante dell'anno. Adesso – conclude Wolff – serve rimanere concentrati ma umili, sarò molto più contento quando torneremo alla vittoria».

«Sono rimasto sorpreso dalla Mercedes, hanno avuto un passo molto veloce specialmente da Russell che partiva dietro di me ma è riuscito a recuperare tante posizioni. Mi sono preso molti rischi, ma allo stesso tempo potevo anche conquistare due o tre punti in più. A Monaco ho fatto un errore in qualifica, ma guardando il passo avrei sicuramente potuto lottare per la vittoria. Oggi invece il passo non stato dei migliori, ma il risultato ottenuto è comunque discreto», la parole del messicano della Red Bull Sergio Perez.

«Sono molto sorpreso di questo risultato. Partiti dalla dodicesima posizione siamo arrivati terzi, con una grande macchina come quella di oggi. Rispetto a Ferrari e Aston Martin siamo stati i migliori. Una grande costanza in pista e una buona strategia ci hanno portato sul podio», il commento del britannico George Russell della Mercedes, dopo il terzo posto conquistato nel Gran premio di Spagna.
 

Primo piano
Meteo

Cielo giallo (e gran caldo) in Toscana: quanto durerà il fenomeno che arriva dal Sahara

di Tommaso Silvi