Il Tirreno

Livorno

Tempo libero

Livorno, debutti, prime nazionali e tante sorprese: al via la stagione al Nuovo Teatro delle Commedie

di Simone Fulciniti
Livorno, debutti, prime nazionali e tante sorprese: al via la stagione al Nuovo Teatro delle Commedie

Con “Alice” sabato 30 settembre si alza il siparioe. Il direttore artistico Francesco Cortoni: «Spettacoli che stimolano riflessioni»

27 settembre 2023
4 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. «Ripresentiamo una stagione teatrale alla città. E mi piace sottolineare come un passaggio del genere non sia mai scontato. È il risultato di un processo organizzativo lungo e difficile». Così, il direttore artistico Francesco Cortoni, saluta la presentazione della stagione del Nuovo Teatro delle Commedie, ringraziando Comune e Fondazione Livorno le persone che lavorano col teatro di via Terreni, senza sosta. Negli uffici di comando l’associazione Pilar Ternera (oltre a Cortoni ci sono Alessia Cespuglio, Silvia Lemmi e Valeria Giuliani) che gestisce lo spazio che regalerà anche prestigiose collaborazioni.

Un rito culturale

«Il titolo “Rito Culturale” mi piace molto - spiega l’assessore alla cultura Simone Lenzi -. Un’espressione che contiene l’idea di una formalità, al netto della quale non esiste civiltà. Tra queste formalità la ritualità del teatro è fondante. Il bisogno di raccontarsi e le forme e i riti per raccontare, sono cosa primarie della natura umana. Questa realtà è cresciuta molto negli ultimi anni, noi abbiamo dato una mano. E finalmente si iniziano a raccogliere dei frutti». E continua: «Questa città sta diventando centro produzioni che hanno l’effetto virtuoso di portare qualcosa di noi fuori dalle mura cittadine. Ed è una cosa importantissima. Veniamo da vent’anni di osservazione del nostro ombelico, con la città ripiegata su se stessa. Negli ultimi tempi invece stiamo tornando ad avere un’attivazione di apertura rispetto a ciò che portiamo a casa, ma anche quello che facciamo è sempre meno vernacolare in senso metaforico, ma è in grado parlare un linguaggio comprensibile anche fuori». Fa eco Luciano Barsotti (Fondazione Livorno). «Per noi c’è un percorso compiuto negli anni con Pilar Ternera, nato con progetto per i giovani, e proseguito con il supporto a tante belle iniziative. Qui c’è un teatro riportato alla vita».

Show per curiosi

Cortoni sottolinea la particolare attenzione messa nel comporre il cartellone. «Il nostro sforzo è quello di presentare alla città una stagione diversa da quello che si può trovare fuori; abbiamo la nostra identità e non neghiamo che gli spettacoli che proponiamo sono particolari: per persone curiose, che cercano stimoli per poi riflettere e spostare di un centimetro in avanti la loro vita».

Il programma

La partenza è affidata al cult “Alice”, spettacolo riadattato per il palcoscenico Ntc sabato alle 17, 30 e alle 21,15 e domenica 1 ottobre alle 16 e alle 18,30 che darà al via ufficiale alla stagione che andrà avanti fino a maggio. Il mese di ottobre sarà dedicato alla 13esima edizione del Little Bit Festival dal titolo “Radicati a Terra”. Dal 06 al 28 ottobre saranno oltre venti gli spettacoli, di compagnie provenienti da tutta Italia ospiti nelle sale del Ntc con debutti, prime nazionali e grandi riprese, tra cui le compagnie Dimitri/Canessa (il 6 ottobre alle 19,15), Instabili Vaganti, Teatro Libero di Palermo, Atto Due, Unterwasser, Garbuggino-Ventriglia, Adda, Officine Papage e altri.

Per i più giovani c’è Adrian Fartade, divulgatore scientifico e influencer. Da novembre parte invece la rassegna per ragazzi, anche qui compagnie provenienti da ogni dove: Mia, Gallinella Rossa, la botte e il cilindro, e tante altre.

In scena anche produzioni firmate Pilar Ternera come Cenerentola, Una storia da Hansel e Gretel, Pinocchio. E una nuovissima: Blu, che debutterà a marzo. Spazio anche al repertorio “contemporaneo” che aprirà in novembre con Licia Lanera “Con la carabina” e si concluderà in aprile con “La Pulce”, di e con Francesco Cortoni. Chicche. Tutte le attività verrano seguite da un “Osservatorio pubblico”: rivolto ad un gruppo di spettatori.

E poi la grande novità delle “Notti a teatro”, coi bambini che dormiranno dentro la struttura.

Laboratori e corsi

In ottobre ripartiranno i corsi dell’Accademia dei Piccoli e della Scuola di Teatro, per tutte le età. Ci saranno anche laboratori particolari come quello di scrittura tenuto da Alessia Cespuglio e quello di sceneggiatura, di Simona Morgantini. «Un lavoro di propedeutica - spiega Morgantini-. Molto interessante, utile per le persone che vogliono scrivere seriamente per cinema e tv, perché introduce elementi basilari di quel genere. Ed è rivolto anche ai semplici appassionati che vogliono capire come si scrive un film, apprendere le regole di base».

Info: tutte le informazioni dettagliate sul sito www.teatrodellecommedie.it
 

Primo piano
Meteo

Cielo giallo (e gran caldo) in Toscana: quanto durerà il fenomeno che arriva dal Sahara

di Tommaso Silvi