Il Tirreno

Empoli

Cerca lavoro: le offerte in Toscana
Economia e lavoro

Empoli, il manifatturiero nell’era digitale: venti assunzioni nel nuovo polo, quali sono i profili richiesti


	Come sarà il polo
Come sarà il polo

Da Var Group (Gruppo Sesa): una realtà da 46 milioni di euro di fatturato e oltre tremila clienti

28 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Var Group, operatore leader per i servizi e le soluzioni digitali, parte del Gruppo SeSa, azienda empolese attiva nell’innovazione tecnologica e digitale a supporto delle aziende, riunisce tre imprese e dà vita al primo polo europeo specializzato nella digitalizzazione di tutte le fasi di produzione delle piccole e medie imprese. Nasce Var Industries, la nuova unità dedicata ai servizi digitali per il manifatturiero, dalla progettazione alla produzione, che fa il suo ingresso nel mercato riunendo l’esperienza di tre controllate del Gruppo – le aziende milanesi Tech Value e Cadlog Group e la tedesca Pbu – e del team Var Group dedicato allo sviluppo software per l’industria manifatturiera.

La nuova realtà: i numeri

«La nuova realtà rappresenta un centro di eccellenza con un’offerta dedicata ai servizi per la digitalizzazione della produzione, meccanica ed elettronica, diventando così l’unica struttura nel mercato europeo a coprire a tutto campo le esigenze di produzione dei sistemi complessi delle piccole e medie imprese», spiega il gruppo con sede in via Piovola. Una nuova realtà con un fatturato da 46 milioni di euro e oltre tremila clienti che va subito a caccia di nuovi professionisti. Informatici e addetti al marketing, in particolare, da inserire in un organico che vanta 210 persone, di cui oltre la metà impiegate nelle sedi italiane. Un piano di assunzioni, quello annunciato dalla neonata realtà, che sarà concretizzato entro l’anno grazie a una linea di sviluppo che prevede nei prossimi due anni una crescita delle attività, dell’offerta e della clientela con investimenti del valore di un milione di euro. La strategia di evoluzione avverrà anche per linee esterne tramite operazioni di acquisizioni di altre società con un investimento iniziale di oltre dieci milioni di euro.

Il piano

«Var Group compie un ulteriore passo in avanti con Var Industries, diventando così l’unico player in Europa con un’unità specializzata sui sistemi complessi delle piccole e medie imprese del manifatturiero – sottolinea Francesca Moriani, ceo di Var Group –. Con la costituzione della nuova unità, ci confermiamo come un operatore internazionale in grado di abilitare la digitalizzazione delle aziende manifatturiere. Sono fiduciosa che Var Industries ci porterà a nuovi traguardi e ci consentirà di continuare a crescere e a dare un contributo concreto all’economia del nostro Paese e a livello europeo». Un sostegno concreto per le piccole e medie imprese, quello che parte dalla realtà empolese, che consentirà anche di concretizzare il nuovo piano di assunzioni che, probabilmente, sarà ulteriormente allargato dal prossimo anno. L’obiettivo di Var Industries è anche quello di mantenere alti gli standard di sicurezza informatica delle aziende e di realizzare progetti attraverso l’intelligenza artificiale. «Var Industries – sottolinea Filippo D’Agata, managing partner di Var Industries – entra nel mercato con una proposta integrata che rappresenta un’opportunità unica per le piccole e medie imprese del manifatturiero, unendo in un solo fornitore idee, strumenti e soluzioni digitali. Le piccole e medie imprese giocano un ruolo chiave nel tessuto imprenditoriale italiano: il nostro obiettivo è accompagnarle nel loro cammino di digitalizzazione, dalla progettazione alla produzione, incentivandone la competitività diventando partner di riferimento, anche a livello europeo, per competenze, flessibilità, cooperazione e condivisione».


© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La grande festa

Grosseto, quando il rave party è legale: così la Street Parade invade la città. Come funziona, il programma e i divieti per il traffico

di Maurizio Caldarelli