Il Tirreno

Crollo nel cantiere, i vigili del fuoco scavano senza sosta nell'abisso di ferro e cemento: ecco perché è così difficile trovare l'ultimo disperso

Crollo nel cantiere, i vigili del fuoco scavano senza sosta nell'abisso di ferro e cemento: ecco perché è così difficile trovare l'ultimo disperso






«È come operare sullo scenario di un terremoto», spiega uno dei vigili del fuoco che insieme a decine di colleghi dalla mattina di venerdì scorso stanno lavorando incessantemente per recuperare i corpi degli operai coinvolti nel crollo del supermercato in costruzione a Firenze. I vigili del fuoco del team Usar, specializzati nella ricerca di persone disperse, e quelli dei nucleo speleo alpino fluviale continuano a scavare nell’abisso di cemento e acciaio. Devono muoversi con cautela, per evitare crolli che metterebbero a repentaglio la loro stessa incolumità. Le travi e i piloni in cemento che non sono frantumati vengono ancorati con delle catene e rimossi con l’ausilio di due gru. A tre giorni dalla tragedia il cantiere non ha ancora restituito il corpo dell’ultimo disperso. Il giorno dopo la tragedia i pompieri pensavano di averlo localizzato in un punto tra le macerie, ma non è stato così. Per farsi strada i soccorritori devono usare anche il martello pneumatico. Serve a frantumare il cemento che gli operai stavano gettando sul solaio al momento del crollo, e che si solidificato seppellendo i loro corpi sotto un muro quasi impenetrabile. Impiegati anche droni e il sistema di ricerca per persone disperse “Dedalo”, che permette di individuare un telefono cellulare anche in assenza della normale copertura telefonica. «Le operazioni continueranno in maniera interrotta fin tanto che non troveremo quest’ultima persona che è rimasta coinvolta» ha garantito Marisa Cesario, comandante provinciale dei vigili del fuoco di Firenze. - L'ARTICOLO

Altri video di toscana
Vespa World Days, la parata dei 15mila vespisti: lo spettacolo visto dal drone
Toscana

Vespa World Days, la parata dei 15mila vespisti: lo spettacolo visto dal drone