Il Tirreno

Livorno

Verso l’estate

Livorno spiagge ripulite e sistemate per la stagione. Via il relitto alla Ballerina

di Francesca Suggi
La spiaggia dell ’ Accademia (bed rock del Lazzaretto) ripristinata e sistemata
La spiaggia dell ’ Accademia (bed rock del Lazzaretto) ripristinata e sistemata

Agli arenili dell’Accademia e del Sale accesso e fruizione migliorata Salvetti: «Noi la città e la costa le curiamo». Bonfigli (Baretto): «Grazie»

10 giugno 2023
3 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO.  «Veramente un buon lavoro che rende la spiaggia più fruibile: era necessario sistemarla dopo un inverno di mareggiate e di depositi di materiali arrivati dal mare». Dal “suo” osservatorio Massimiliano Bonfigli del Baretto, il chiosco-guardiano dell’arenile, vede bene la differenza tra come era il bedrock del Lazzaretto, meglio conosciuto come spiaggia o scogli dell’Accademia. È quel fazzoletto di mare in cima alla hit del cuore estivo (e non solo) dei livornesi. Quello “più vicino” alla città. Quello della pausa pranzo con un tuffo veloce, una doccia, uno spuntino al Baretto e poi via al lavoro. Il settore della Protezione Civile e Demanio del Comune, guidato dall’ingegner Lorenzo Lazzerini, grazie ai propri addetti, ha appena finito di ripristinare sia l’arenile all’ombra dell’Accademia Navale, sia quello più a sud, del Sale di Antignano, la spiaggia dei surfer per eccellenza.

In entrambi i casi è stata importante anche la pulizia: sono stati tolti tronchi arenati da tempo, portati dalle mareggiate, in collaborazione con l’ufficio Ambiente, sono stati portati via cumuli di rifiuti inerti depositatisi. Insomma un miglioramento generale che permette ai bagnanti di potersi rilassare e godersi bagno e tintarella con maggiore comfort.

«Gli interventi sono stati apprezzati molto dai bagnanti e siamo felici: gli addetti ai lavori sono stati efficienti, bravi e anche molto gentili con i fruitori della spiaggia», continua Bonfigli. Si ringrazia anche Il Tirreno, che non manca mai di raccontare, di segnalare, di dare voce ai cittadini.

E proprio ieri è stato definitivamente rimosso il relitto da mesi arenato sulla spiaggia dello Scoglio della Ballerina grazie a un’azione sinergica dei settori della Protezione civile e Demanio, Ufficio Ambiente e Verde e Aamps. Un sollievo per i bagnanti che anche in quella piccola baia hanno la “loro” doccia pubblica gratuita. Per il Comune, il Sale e l’Accademia, sono interventi di manutenzione ordinaria di sistemazione di quelle spiagge libere cittadine non affidate in concessione. «Il lavoro sul fronte del decoro e della manutenzione, in una città grande come Livorno e che per anni da questo punto di vista è stata trascurata, è enorme – dice il sindaco Luca Salvetti – Noi di fronte alle tante cose da fare non ci siamo fatti sopraffare dallo sgomento ma abbiamo “messo mano” con tutti gli uffici, con i nostri operai e con il nuovo servizio SegnalaLi che sta regalando risultati impressionanti. Certo chiunque di noi decide di uscire la mattina con l’intento di andare a scovare le magagne può farlo e troverà situazioni da segnalare e stigmatizzare ma c’è anche la possibilità di uscire di casa e osservare la parte positiva e bella della città e del lavoro che stiamo facendo per renderla migliore».

E ancora: «Gli interventi giornalieri sono centinaia e riguardano tutti i quartieri, un quadro che soprattutto chi viene da fuori e può confrontare Livorno con altre realtà tende a notare e a dircelo». Il primo cittadino chiude con una riflessione: «Sulla costa gli interventi periodici e programmati ci regalano spiagge sistemate, spazi curati e altri che, in emergenza, hanno richiesto interventi di pulizia e rimozione di materiale abbandonato su indicazione dei cittadini, del vostro giornale o in base a ciò che vediamo noi stessi monitorando ogni giorno. Di una cosa io vado particolarmente fiero ovvero la cura che abbiamo impostato e riservato a Livorno, e una città che viene curata non vuol dire che guarisce dagli acciacchi con un tocco di bacchetta magica ma lo fa in maniera puntuale, costante e graduale con l’aiuto di tutti».
 

Primo piano
Trasporti

Treni, guasto sulla linea ferroviaria a Firenze: ritardi e cancellazioni